Nei prossimi giorni, dopo la conclusione delle attività di condivisione progettuale – svolta in questi mesi dallo staff tecnico dell’Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume PO (Ministero dell’Ambiente) con i Comuni parmensi delle due vallate e con gli altri Enti competenti sulle aree considerate – prenderà il via l’ascolto di tutti coloro che, in maniera costruttiva, porteranno un contributo di idee, iniziative utili, in grado di ampliare e migliorare le strategie e gli obiettivi istituzionali individuati per il Contratto di Fiume Parma-Baganza.

Così, al fine di promuovere l’avvio della partecipazione pubblica all’interno del processo ‘Verso il Contratto di fiume Parma-Baganza’, l’Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po – che crede nell’utilizzo dello strumento Contratto – ritiene fondamentale ed imprescindibile il contributo che potrà essere offerto dalla partecipazione qualificata della società civile ed economica alle scelte che stanno avvicinando all’intesa progettuale definitiva. Come riportato nel Documento di Intenti, presentato il 9 luglio scorso nella sede della Provincia di Parma, per questa fase di partecipazione pubblica saranno previsti alcuni incontri sul territorio, quattro nella fattispecie, che riguarderanno i seguenti ambiti: Val Parma, Val Baganza, da Parma a confluenza Po e Comune di Parma.

A tale scopo sono stati concordati con i Comuni i seguenti incontri:

  • 19 novembre ore 18,00, Archivio Comunale, Via Donella Rossi 1, Felino: Ambito Val Baganza;
  • 20 novembre ore 18,30, Sala centro Culturale “Emma Agnetti Bizzi”, Via Battisti 20, Langhirano: Ambito Val Parma;
  • 21 novembre ore 21, Officina Arti Audiovisive, Via Mafalda di Savoia 17, Parma: Ambito urbano;
  • 23 novembre ore 18, Sala Don Bernini, Mezzani inferiore: Ambito Parma-confluenza Po.

Gli incontri finalizzati al confronto attivo tra i partecipanti sono organizzati in tre momenti:

  • sintetica presentazione delle attività e del lavoro finora svolto (max 20 min.);
  • acquisizione dei contributi con cui arricchire ed integrare il patrimonio informativo costruito con il contributo dei Comuni e degli Enti competenti – organizzata attraverso tavoli tematici coordinati da tecnici dei diversi Enti (max 1 ora);
  • sintesi dei contributi e condivisione degli esiti dell’incontro (1 ora max).

Galleria Fotografica degli Eventi

Allegati

Poster A3 Felino

Poster A3 Langhirano

Poster A3 Parma

Poster A3 Mezzani